Hai domande? Studenti: +39 051 4120505  Pazienti: +39 3662876956

Norme e dati

Legislazione Normativa e Atti di Indirizzo

AGOPUNTURA ATTO MEDICO

Il Consiglio Nazionale della FNOMCeO, durante il convegno “La professione medica e le medicine non convenzionali: rischi ed opportunità” a Terni, il 18 maggio 2002, individua le medicine e le pratiche non convenzionali rilevanti in Italia, fra cui l’agopuntura e stabilisce che, l’esercizio delle suddette medicine e pratiche non convenzionali, è da ritenersi a tutti gli effetti “atto medico” ed è, pertanto, richiesta la Laurea in Medicina.
Il medico chirurgo e l’odontoiatra sono gli unici soggetti legittimati ad effettuare l’esatta diagnosi, a predisporre il relativo piano terapeutico e a verificare l’attuazione dello stesso sul paziente;

Già nel 1982, la Suprema Corte di Cassazione, ha stabilito che l'Agopuntura è "atto medico" e, come tale, essa può essere praticata solo da chi è abilitato all'esercizio della professione medica. Costituisce reato (esercizio abusivo di una professione) l’esercizio dell’agopuntura da parte di non medici, punibile in base all’art 348 del codice penale, cosi come riscritto dalla Legge 3 del 11.01.2018 all’art. 12 comma 1.

L’AGOPUNTURA È ATTO MEDICO: LA SENTENZA DELLA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE DEL 1982 - ANALISI ED UN PO’ DI CHIAREZZA


LINEE GUIDA DELLA FEDERAZIONE NAZIONALE DEGLI ORDINI DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI SU MEDICINE E PRATICHE NON CONVENZIONALI (TERNI 18 MAGGIO 2002)

A.M.A.B.

Via Antonio Canova, 13

40138 Bologna - Italy

Segreteria Scuola

segreteriascuola@amabonline.it

Segreteria Associazione

associazione@amabonline.it

Segreteria Poliambulatorio

segreteriapoliambulatorio@amabonline.it

 

Seguici su:

A.M.A.B. aderisce a